Tu sei qui

Entos

  • La forma e la decorazione geometrica, in elegante bicromia, rielaborano motivi decorativi e suggestioni tipiche della distintiva architettura romanica in Sardegna.

  • Restituiscono pregiate e antiche suggestione le decorazioni circolari degli eleganti piatti in ceramica, rilettura di dettagli architettonici ornamentali ripresi dalle più belle chiese della sardegna: S. Vittoria di Thiesi, S.

  • L’elegante forma e l’originale motivo a losanghe policrome della base lampada s’ispirano e riprendono la cupola della chiesa di San Michele, riccamente decorata con mattonelle colorate e simbolo della città di Alghero.

  • Le forme irregolari e sinuose, decorate con bilanciate ed equilibrate composizioni geometriche, caratterizzano l’originale ed elegante linea di vasi in ceramica realizzati artigianalmente.

  • Appartiene alla linea Romanica il contenitore in ceramica caratterizzato dalla ricercata forma e dall’elegante decorazione geometrica che riprende, con sapiente gusto contemporaneo, la bicromia bianca e nera dell’architettura romanica isolana.

L'artigiano

Alle origini del laboratorio di ceramiche Entos si rivela l’avvincente storia di Cristina Mura e Giovanna Lisci, archeologhe e talentuose artigiane, creatrici di esclusive ceramiche dal profondo significato culturale. Ispirate dai ritrovamenti di ceramiche medievali e rinascimentali durante le attività di scavo, intraprendono un percorso formativo che le porta nel cuore della manifattura ceramica italiana, Moltelupo Fiorentino, dove sperimentano le fasi di creazione dei manufatti ottenendo oggetti che esprimono suggestioni di un colto passato. Ogni loro produzione è un progetto che miscela la conoscenza del territorio isolano e della sua storia ad abilità e competenza manuale, per dare vita a manufatti che riproducono, citano e reinterpretano con moderna eleganza il patrimonio culturale della Sardegna. La dinamica attività di Entos si integra nel territorio con la progettazione di servizi culturali indirizzati alla divulgazione e promozione delle ceramiche attraverso consulenze scientifiche, attività didattiche e formative che possono includere le suggestive fasi di laboratorio.

La collezione

La produzione di Entos è composta da diverse linee coordinate di vasellame per l’apparecchiatura della tavola e di complementi d’arredo come vasi, piatti decorativi e basi lampade. Ogni collezione ha differente soggetto ed ispirazione. Le linee A regola d’arte e Romanica riprendono e rielaborano con abilità compositiva elementi architettonici delle più belle chiese della Sardegna. Medioevo in tavola e Rinascimento in tavola sono composte da esclusive riproduzioni del vasellame in maiolica di produzione toscana, largamente diffuso nel territorio isolano e distintivo della storia locale sarda nel periodo Pisano. Infine la linea Colori dell’isola propone una gamma diversificata di vasellame caratterizzata da estrose e vivaci decorazioni policrome.

La lavorazione

Le ceramiste impiegano principalmente la tecnica di formatura al tornio per la creazione del pregiato vasellame e di altri manufatti che decorano successivamente con smaltatura totale e a pennello con eventuali fasi di disegno inciso solo sullo smalto. Infine, per la cottura è utilizzato il forno elettrico per la ceramica.

Approfondimenti nell'Archivio dei Saperi Artigianali del Mediterraneo

Per conoscere territorio, tecniche, strumenti e materiali, visita le sezioni dell'archivio.

Dove trovarli

Indirizzo:
Entos Via Sardegna 242 07030 Santa Maria Coghinas (SS)

E-mail: info@entos.it

Telefono: +39 079 9948647

Sito web: www.entos.it