Tu sei qui

Artintaglio

  • È eseguito con virtuosismo scultoreo lo stemma comunale realizzato in legno di tiglio, in colorazione chiara naturale, scolpito con elementi in basso e alto rilievo. Espressione di alta abilità manuale, in ogni dettaglio si legge l'accurata plasticità.

  • Un mazzo di spighe finemente intagliato e scolpito con grande pregio estetico è il soggetto della lampada a parete realizzata artigianalmente in legno di tiglio successivamente dipinto.

  • L’originale e pregiata forma circolare della testata letto matrimoniale, in legno di castagno, è decorata con un raffinato motivo centrale a forma di sole con volto stilizzato e cornici ad intaglio, frutto di evidente estro artistico compositivo e di maestria artigiana.

  • Esprimono alta competenza artigianale e grande finezza esecutiva gli elementi decorativi realizzati dai maestri intagliatori per l’importante restauro delle Sale Apollinee del Gran Teatro La Fenice di Venezia.

  • Richiama l’identità isolana il prezioso cofanetto portagioie, sapiente rilettura della cassa nuziale della tradizione sarda.

L'artigiano

La storia della ditta Artintaglio inizia con la straordinaria figura di Giovannimaria Solinas, Mastru Mimmiu, e rappresenta in maniera egregia il particolare evolversi, attraverso tre generazioni, della preziosa arte artigiana dell’intaglio e della lavorazione del legno. Maestro artigiano di straordinaria abilità e competenza, partecipò con le sue opere alle grandi esposizioni di Firenze e Milano del 1925, dove gli vennero conferiti il primo premio e la medaglia d’oro. Mario Renzo, figlio di Mastru Mimmiu, ancora quattordicenne entra nella bottega del padre, dove apprende l’arte del lavoro su legno, ma ancor di più intuisce le grandi potenzialità della competenza familiare, individuando nuovi prodotti e settori, mettendo il proprio particolare estro artistico a servizio dell’azienda con l'indispensabile collaborazione della moglie Rosalia. Ma è suo figlio Giovannimaria ad ereditare oltre al nome l’abilità nell'intaglio del celebre nonno, così come Maria, anche lei nipote di Mastru Mimmiu, abilissima intagliatrice, che fin da bambina frequenta la bottega di famiglia e all’età di quattordici anni decide di indirizzare la sua competenza all’arte dell’intaglio, raggiungendo risultati artistici di rara perfezione e bellezza. Fondamentale è anche la collaborazione con l'intagliatore Angelo Beccu per sviluppare progetti di particolare pregio e complessità. Il restauro dei manufatti lignei delle sale Appollinee del celebre Teatro La Fenice di Venezia, ottenuto con straordinario successo nel 2003, confermeranno in tutto il mondo la competenza della bottega artigiana sarda. Importante la collaborazione con lo studio romano dell’architetto Lopez, che permette all’azienda di sviluppare interessanti progetti internazionali a Parigi e negli Emirati Arabi.

La collezione

Da oltre cinquant'anni Artintaglio progetta e realizza manufatti lignei di rara preziosità e bellezza, riuscendo a riprodurre oggetti storici e al contempo coniugare l'antica arte dell'intaglio ad oggetti dal design moderno e sofisticato. Innumerevoli le applicazioni che la grande competenza tecnica consente: elementi d'arredo classici, stemmi e fregi di vario genere, elementi architettonici, ma anche sale consiliari e complementi d'arredo di gusto contemporaneo, rappresentano solo una parte della pregevole produzione della bottega artigiana, eccellenza del saper fare artigiano isolano.

La lavorazione

La preziosa arte dell'intaglio ligneo rappresenta la peculiarità tecnica ed espressiva della bottega, alla quale si affiancano le principali tecniche di decorazione del legno: la doratura con foglia oro, la riproduzione di effetti materici e marmorei, la decorazione a pennello sono solo alcune delle peculiarità tecniche di cui la bottega artigiana va orgogliosamente fiera.

Approfondimenti nell'Archivio dei Saperi Artigianali del Mediterraneo

Per conoscere territorio, tecniche, strumenti e materiali, visita le sezioni dell'archivio.

Dove trovarli

Indirizzo:
Mastru Mimmiu Solinas Buddusò Via Francesco Fodde n. 18 07020 Buddusò (OT)

E-mail: mastrumimmiusolinas@gmail.com

Telefono: 331-3319136

Sito web: www.mastrumimmiusolinas.it